Impostare Avvio Automatico di Windows sul BOOT di Ubuntu

Quando avete installato Ubuntu, l’OS Linux più famoso, noterete che se avviate il PC e poi non premete più nulla sulla tastiera, partirà Ubuntu in automatico. Ma se lo avete installato in Dual-BOOT con Windows, vi basterà semplicemente spostarvi con le freccine della tastiera e selezionare la stringa corrispondente a Windows. Delle volte però questa operazione può rivelarsi scomoda, soprattutto perché deve avvenire entro 10 secondi, altrimenti partirà Ubuntu in automatico, e se perdete l’attimo buono per avviare Windows, siete costretti ad aspettare che si carichi Ubuntu per poi riavviare la macchina, perdendo un sacco di tempo. O peggio, può capitare di non saper usare questo BOOT e pensate di aver disinstallato Windows. E se invece volete eliminare il tempo limite di 10 secondi? O meglio ancora, impostare Windows come avvio automatico anziché Ubuntu? Non c’è problema, al caso nostro interviene un piccolo programma che si dovrà installare su Ubuntu, e si chiama Grub Customizer. E’ molto semplice da usare, e in questa guida vedremo come fare.

SCARICAMENTO ED INSTALLAZIONE DEL SOFTWARE

1. Per prima cosa è necessario aprire il terminale. Nella colonna di sinistra cliccate sull’icona raffigurante il simbolo di Ubuntu.

Immagine

2. Dopodiché cliccate sull’icona Terminale, che vedrete in primo piano Immagine. Se non la trovate, nella casella di ricerca Immagine digitate il nome Terminale.

Immagine

3. Una volta aperta la finestra del terminale, copiate questa stringa.

sudo add-apt-repository ppa:danielrichter2007/grub-customizer

Quindi fate click destro su un punto vuoto della finestra, e poi cliccate su Incolla.

Immagine

4. Vi apparirà la stringa nella prima riga del terminale. Premete quindi INVIO sulla tastiera.

Immagine

5. Digitate la password del vostro account che avete preimpostato durante la fase di installazione di Ubuntu. Anche se non vedete scritto nulla non vi preoccupate. Digitatela con calma, perché non sapete se state sbagliando lettere o meno, poiché non vedete neanche gli asterischi. Successivamente premete INVIO per confermare.

Immagine

6. Dopo che vi sono apparse le seguenti stringhe premete ancora INVIO.

Immagine

7. Con lo stesso procedimento dei passi 3 e 4 copiate e incollate la seguente stringa.

sudo apt-get update

Immagine

8. Dopo aver premuto INVIO aspettate che si aggiornino i repository, cosicché da integrare anche il programma che stiamo installando. Successivamente, sempre seguendo i passi copiate e incollate quest’altra ed ultima stringa, necessaria per installare finalmente il programma.

sudo apt-get install grub-customizer

Immagine

9. Quando vi si chiederà di continuare l’installazione (Continuare [S/n]?), voi digitate sulla tastiera. Aspettate qualche minuto.

Immagine

10. Dopo che sarà terminata l’installazione potete chiudere il terminale cliccando sulla in alto a sinistra.

Immagine

11. Ora andate a trovare l’icona del programma. In alto a sinistra cliccate sull’icona raffigurante il simbolo di Ubuntu.

Immagine

12. Nella casella di ricerca Immagine digitate il nome Grub Customizer.

Immagine

 

13. Subito sotto avrete l’icona del programma. Basterà farci sopra un doppio click per aprirlo.

Immagine

14. Ogni volta che aprite Grub Customizer sarà necessario autenticarsi. Nella finestra che vi comparirà digitate la password di sistema, la stessa usata nel terminale, quindi cliccate su Autentica.

Immagine

 

AVVIO AUTOMATICO DI WINDOWS

1. In alto alla finestra del programma cliccate su Impostazioni generali.

Immagine

2. Spuntate con un pallino la voce di default. Dopodiché fate click sulla freccina rivolta verso il basso della casella di testo che si troverà accanto al punto elenco che avete appena spuntato, quindi selezionate la voce relativa a Windows (io non ce l’ho installato in questo caso, ma va bene lo stesso per illustrarvi il procedimento).

Immagine

3. In caso i quadratini della sezione visibilità fossero bianchi, mettete una spunta su ognuno di essi corrispondenti alle voci mostra il menucercare altri sistemi operativi Boot default entry after. Su quest’ultimo punto elenco compare la casella di testo in cui dovete inserire il numero dei secondi (10 sec è il massimo consentito) entro i quali dovrete scegliere il sistema operativo da avviare. Scaduti tali secondi, si avvierà in automatico Windows, come avete scelto nel passo precedente (potete scegliere anche altri OS, non per forza Windows, o se proprio vi fa comodo è possibile lasciare predefinito l’avvio automatico di Ubuntu). Addirittura se volete evitare l’avvio automatico e scegliere voi quale OS avviare, potete evitare di spuntare la voce Boot default entry after.

Immagine

4. Successivamente, in alto a sinistra della finestra cliccate su Salva. Aspettate qualche secondo che Ubuntu riscriva il nuovo BOOT contenente le vostre modifiche.

Immagine

Una volta acceso o riavviato il PC, questo sarà il risultato.

Immagine

Questa è la funzione principale del programma, ma se lo smanettate troverete al suo interno altre funzioni carine, che si occupano più dell’estetica del menù di BOOT .

Share on Facebook0Google+0Tweet about this on Twitter

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

");pageTracker._trackPageview();