Recuperare i Dati con Easy Drive Data Recovery

image
Easy Drive Data Recovery è un utile programma in italiano per il recupero dei dati cancellati o che si trovano su dispositivi danneggiati. Con un particolare algoritmo chiamato Raw Search consente la ricerca di più di 100 tipi di file diversi. Nella scansione del dispositivo in questione è possibile escludere i file temporanei, che contribuiscono e non poco al tempo necessario per tale ricerca. Un’altra funzione abbastanza interessante è quella di mostrare l’anteprima del file (attenzione, non potete aprirlo istantaneamente come potreste pensare!), anche se non sempre disponibile, dipende dallo stato/condizione del file stesso. Non è però infallibile, infatti per la rete ci sono altri programmi con il medesimo compito che scansionano ancor più in profondità e trovano file e cartelle che questo programma, pur se valido qual’è, non riesce a captare.
Il limite più importante che impone la licenza Demo è il recupero di un solo file alla volta, e può rivelarsi scomodo quando bisogna recuperarne parecchi e sono di piccola dimensione, costringendoci a stare sempre vicini al PC. La licenza completa ha un prezzo a parte dai 24.95€, e potete acquistarla direttamente sul sito ufficiale.

Il voto del programma:

7,5

Download

INSTALLAZIONE DEL SOFTWARE

1. Una volta scaricato il programma avrete un file denominato EasyDriveDataRecovery-3.0-Setup.exe image. Fateci sopra un doppio click.

2. Lasciate predefinita la lingua italiana e cliccate su OK.

image

3. Accettate le condizioni di licenza Demo cliccando su Accetto.
image
4. Decidete in quale cartella installare il programma cliccando su Sfoglia. Altrimenti lasciate il percorso predefinito e cliccate su Installa. L’operazione di copia dei file nella cartella appena scelta durerà qualche secondo. Ricordate il percorso della cartella di installazione perché da lì andrete a prelevare l’icona da mettere sul desktop (purtroppo ciò non avviene automaticamente come succede di norma).
image
5. Decidete se avviare subito o in un secondo momento il programma spuntando o meno la casella relativa alla voce Esegui Easy Drive Data Recovery. Dopodiché cliccate su Fine.
image
N.B. Per i poco pratici vedremo la procedura per mettere l’icona del software sul desktop, invece gli esperti o a chi non interessa possono saltare i prossimi passi.
6. Cliccate su Risorse del Computer image che trovate sul desktop. Nel caso non la trovaste, fate click su Start image, quindi cliccate su Risorse del Computer (o Computer per chi ha Windows Vista/7/8).
image
7. Dopo che si aperta la classica finestra che avrete visto milioni di volte, riprendete il percorso della cartella del passo 4. Se avete lasciato il percorso predefinito, basterà cliccare sulla partizione di sistema (nel mio caso quella con la lettera C:/ ), poi su Programmi, Munsoft e infine Easy Drive Data Recovery. Raggiunta la cartella fate click destro sul file EasyDriveDataRecovery.exe, spostatevi su Invia a , quindi cliccate su Desktop (crea collegamento).
image
8. Ecco qua la vostra icona sul desktop che si chiamerà Collegamento a EasyDriveDataRecovery.exe image. Rinominatela come più vi piace. Io ad esempio l’ho chiamata semplicemente Easy Drive Data Recovery image. Dovrete fare ogni volta doppio click per aprire il software.
 

IL RECUPERO DEI DATI

N.B. Se avete dispositivi di massa esterni, come HDD o pendrive USB, da cui recuperare i dati, è necessario collegarli prima di aprire il programma.

1. Dopo aver aperto il programma, vi ritroverete la finestra dove dovete selezionare i dischi o le partizioni da cui recuperare i file o cartelle. Prima di tutto però decidete quali tipi di file andranno analizzati affinché sia possibili recuperarli. Vi consiglio di quindi di togliere la spunta sulla voce Trovo solo file eliminati. Dopodiché cliccate sul pulsante Opzioni e poi su Preferenze.

image

2. Nella finestra che si aprirà dovete decidere quali file andranno ignorati (quelli cioè con la spunta) durante la fase di ricerca e invece quali altri sono da ritrovare (quelli cioè senza spunta). Vi consiglierei di togliere la spunta delle caselle File sovrascritti e File con primo cluster sovrascritto, in quanto i file più vecchi potrebbero essere parzialmente sovrascritti, però forse ancora recuperabili. Tenete presente che più tipi di file includete, più tempo ci vorrà nella scansione del dispositivo. Infine cliccate su OK.
image
3. Se il dispositivo in questione è danneggiato e non vengono visualizzate le partizioni, dovete cliccare su Mostra dischi fisici. Quindi cliccate sul disco o la partizione, e successivamente cliccate su Avanti.
image
La scansione e la ricerca dei dati può durare diverso tempo, anche alcune ore, a seconda dei tipi di file che avete incluso precedentemente.
image
4. Dopo aver concluso la scansione, cliccate sul pulsante Anteprima al centro della finestra.
image
5. Esplorate le varie e cartelle fino a non trovare il file che desiderate. Tenete presente che spesso il file da trovare non possiede il nome originale, soprattutto se è vecchio e parzialmente sovrascritto, per cui avrete bisogna di parecchia pazienza prima di trovarlo. L’anteprima del file (visibile se lo selezionate) può aiutarvi in alcuni casi ma non sempre, dipende se tale file ha un estensione conosciuta o meno. Dopo averlo individuato ed essersi accertato che sia quantomeno in buono stato (che potete vedete nell’apposita colonna Stato di recupero), mettete una spunta sulla casella relativa al file o cartella, quindi cliccate su File in alto a sinistra e poi su Recupera file selezionati. Fate attenzione alla dimensione del file che trovate nella colonna Dimensione.
image
N.B. Se avete la licenza Demo vi consiglio di selezionare un solo file perché se ne selezionate più di uno non capite quale avete effettivamente recuperato.
6. Selezionate la cartella in cui salvare il file recuperato cliccando su Sfoglia. Si consiglia di salvare i dati su un’altra partizione, o meglio ancora, su un dispositivo di massa esterna, come l’HDD esterno o pendrive USB. Tenete presente anche la grandezza del file che avete visto precedentemente nel passo 5.
image
7. Dopo aver selezionato la cartella cliccate su OK.
image
8. Ora cliccate su Avanti.
image
Il recupero può impiegare anche diverso tempo, a seconda della dimensione del file da recuperare.
9. Una volta conclusa l’operazione, cliccate su Aprire la cartella con i risultati del ripristino per vedere il file recuperato. Altrimenti cliccate su Chiudi in basso a destra della finestra.
image
10. Normalmente il file si trova nascosto in una o più cartelle image, in base al percorso originale che esso aveva. Basterà cliccarci sopra e dopo comparirà ciò che avete recuperato image.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *