Recuperare i File Perduti con 7 Data Recovery

Immagine 7 Data Recovery è un ottimo programma per un efficace recupero dei vostri dati che potrebbero essere persi per sempre a causa dei danni ingenti dell’HDD, di partizioni interdette da virus o improvvisamente non più riconosciute, e via discorrendo. Questo software fa al caso vostro per tutte le situazioni possibili e immaginabili. Esistono principalmente 5 modalità: la prima consiste nell’effettuare il recupero dei dati scansionando tutti i dispositivi di massa collegati in maniera approfondita (hard disk esterni, SD o micro-SD, chiavette USB, etc.); la seconda si occupa principalmente di file cancellati accidentalmente; la terza è mirata per il recupero da partizioni perse o danneggiate; la quarta per i file multimediali (immagini, musica e video); e l’ultima è quella che potrebbe essere più utile per chi ama i dispositivi mobili, ossia il recupero di dati dai tablet o smartphone Android. Vi sono però 2 limiti da tenere in considerazione: non è possibile effettuare alcun recupero dai CD/DVD in quanto il programma non riconosce gli appositi lettori; l’altro limite riguarda la licenza, purtroppo demo. Ciò significa che potrete recuperare solo 1 GB di dati. Per avere un estensione di tale limite dovete comprare la licenza, disponibili a vari prezzi in base all’uso, che trovate sul sito ufficiale del produttore. Si parte da 39$ per una licenza annuale su un solo PC. Può essere utile soprattutto per i documenti di Microsoft Office, visto che molti hanno avuto non pochi problemi con il recupero degli stessi. In questa guida vedremo come funziona. 

Il voto del programma:

8,5

INSTALLAZIONE DEL PROGRAMMA

1. Una volta scaricato il software, avrete un file denominato 7data-recovery-suite.exe Immagine. Fateci sopra un doppio click.
2. Si aprirà la finestra di installazione del programma. Cliccate su Next.
Immagine
3. Accettate le condizioni di licenza (purtroppo a-demo) cliccando su I accept the agreement. Quindi cliccate su Next.
Immagine
4. Cliccate ancora su Next.
Immagine
5. Se volete cambiare la cartella nella quale si andrà a depositare il programma, cliccate su Browse. Altrimenti lasciate il percorso predefinito e fate click su Next.
Immagine
6. Alla domanda di creare una nuova cartella rispondete con .
Immagine
7. Fate click su Next.
Immagine
8. Spuntate o meno la voce Create a desktop icon se volete o meno l’icona del programma sul desktop. Quindi proseguite con Next.
Immagine
9. Cliccate su Install per iniziare la copia dei file nella cartella scelta eventualmente nel passo 5. L’operazione richiede solo qualche secondo.
Immagine
10. Spuntate o meno la voce Launch 7-Data Recovery Suite se volete eseguire immediatamente o in un secondo momento il software. Dopodiché cliccate su Finish per concludere l’installazione.
Immagine
 
L’icona del programma sarà quella denominata 7-Data Recovery Suite Immagine, su cui dovrete farci ogni volta doppio click per aprirlo.
 

L’USO DEL PROGRAMMA

1.1. Collegate i vostri dispositivi di massa (tablet e cellulari compresi) se dovete recuperare i dati da quest’ultimi.
1.2. Una volta aperto il programma avrete subito le 5 modalità di recupero di cui parlavamo all’inizio. Spostando il puntatore vedrete ciò che è possibile recuperare e da quali dispositivi. Ognuna di essa è pensata per ridurre il tempo di recupero, che spesso può durare diverse ore, e nei casi peggiori anche un’intera giornata, dipende dalla capacità del vostro hard disk e dai file che ci sono al suo interno. Una volta scelta la modalità in base alle vostre esigenze, fateci sopra un click.
Immagine
N.B. Se cliccate su Recupero Android dovrete prima cliccare su Prossimo prima di raggiungere la finestra che vedremo nel prossimo passo.
Immagine
2. Selezionate il dispositivo da cui dovrete recuperare i dati. Poi cliccate su Prossimo.
Immagine
Avvierete il processo di analisi del dispositivo di massa, che può durare da alcuni minuti a diverse ore, fino ad un’intera giornata.
Immagine
3. Nella successiva finestra avrete un resoconto dei file del dispositivo. Esplorate le cartelle (facendo doppio click) in cui pensate ci possa essere il file di riferimento. Prevalentemente essi sono contenuti nella cartella FilePersi che trovate nella colonna di sinistra della finestra stessa. Ricordate che ogni file con la crocetta rossa è irrecuperabile perché sovrascritto da altri dati.
Immagine
4. Trovato il file che dovete recuperare, fate click destro su di esso e cliccate su Recover file.
Immagine
5. Date un nome al vostro file che volete salvare (potete lasciare anche quello predefinito), quindi cliccate su Salva. A seconda delle dimensioni del file varierà anche il tempo dell’operazione necessaria per il recupero.
Immagine
IMPORTANTISSIMO! Non salvate sul dispositivo dove era contenuto originariamente il file, altrimenti c’è il rischio di sovrascriverlo, perdendolo definitivamente.
6. Appena conclusa l’operazione vi apparirà una finestra di conferma. Cliccate su OK.
Immagine
Il file recuperato sarà questo Immagine.
Ricordate che il recupero dei dati è sempre un terno al lotto, può andarvi bene come può andarvi male. Neanche il programma delle volte fornisce un’indicazione precisa sui file conservati o cancellati. Sta a voi tenere i piedi ben saldi per terra e non sperare troppo nel recupero!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *